Tre cose che non mancano mai nella mia valigia per un viaggio perfetto

Pubblicato il 5/28/2014




L' altro giorno, navigando qua e là fra siti di viaggio, ho trovato questo concorso " Scrivi tre cose cui non potresti mai rinunciare nella tua vacanza perfetta ".
Ho cominciato a pensarci su e mi sono accorta che effettivamente, se negli anni è cambiato il mio modo di viaggiare, ci sono alcune cose cui non ho potuto e non potrei mai rinunciare.
La prima cosa che mi è venuta in mente sono stati i libri: che si tratti dell'attesa da ingannare in un aeroporto o dei momenti di relax su una spiaggia, ogni occasione è buona per leggere. 


Il fatto è che i libri pesano e per risolvere questo problema ho elaborato una strategia personale: mi rifornisco di quelli che chiamo "libri da viaggio". Tascabili, usati ( li acquisto in un mercatino) trovano facilmente posto in qualunque anfratto di borse e valigie e, una volta letti, li posso lasciare sul posto senza rimorsi.
 
Nonostante questo, rimango sempre a secco e allora saccheggio la biblioteca delle guest house, in cerca di libri lasciati da altri ospiti : fortunatamente, leggo in inglese e francese, oltre che in italiano, e così mi tengo anche in esercizio.

La seconda cosa è la macchina fotografica. Non perchè al mio ritorno voglia voglia affliggere amici e parenti con noiose presentazioni, ma perchè le immagini che riporto da i miei viaggi mi permettono di rievocare atmosfere ed esperienze vissute.

Non è un caso che questo blog sia nato proprio quando ho deciso di riordinare e rivedere tutte le mie vecchie diapositive. Da allora, l'ispirazione per ogni nuovo post nasce in primo luogo dalle immagini che hanno fermato nel tempo ognuno dei miei viaggi. 


Maldive, osservando il tramonto


L'ultima cosa di cui non potrei mai fare a meno in viaggio, così come a casa mia, è la libertà. Cosa intendo? Andare dove voglio, quando voglio e, se il posto dove sono non mi piace, spostarmi altrove senza problemi. Come fare, direte voi...semplice: viaggiando sola!

Non che qualche volta non mi sia piaciuto condividere il viaggio con altri, ma in quei casi ho sempre dovuto rinunciare a qualcosa che avrei voluto vedere o fare, riportandone al ritorno un senso di incompiutezza.
Inoltre, viaggiando sola ho molte più occasioni di conoscere meglio altri viaggiatori o la gente del luogo. 



Vista dalla mia stanza ad Alonissos


E voi? Quali sono le tre cose cui non potreste mai rinunciare viaggiando? Possono essere oggetti, ma anche sentimenti o emozioni. 
Se riuscite a descriverle in modo originale in non più di 140 caratteri, avete la possibilità di vincere un viaggio di una settimana per due persone in una delle seguenti città, a vostra scelta : LondraNew York, Mykonos, Messico.

Come fare? Basta cliccare sull'immagine di apertura di questo post : entrerete così nella prima pagina, dove potrete scegliere la città dove vorreste andare.
Sulla seconda pagina che si apre dopo la scelta della città, troverete il form per il login, l'informativa "privacy" con il regolamento del concorso e lo spazio dove descrivere le tre cose per voi essenziali quando viaggiate.

Dopo avere effettuato la registrazione, seguite gli step successivi cliccando sul bottone " prossimo passo", scrivete il vostro testo e confermate la partecipazione. 

Il concorso si chiuderà il 31 luglio 2014 e la scelta del vincitore sarà effettuata nei primi 10 giorni di agosto: la giuria sceglierà il messaggio ritenuto più originale e sia per i contenuti che per la forma.

In bocca al lupo e...buon viaggio! 

Questo articolo è stato scritto per Viaggi, Luoghi e Profumi.
La riproduzione, totale o parziale, è vietata e l'originale si trova solo su Viaggi, Luoghi e Profumi.






    

2 commenti

  1. grazie dell'idea. ho partecipato, destinazione London... ma qualunque meta va bene, purché si parta... (e nonostante io viaggi di brevi tragitti parecchio!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te e...in boccca al lupo!

      Elimina