Ulisse? C'è ancora e lo trovate sui traghetti in Grecia

Pubblicato il 6/19/2015



Non si può dire di avere viaggiato in Grecia se non si è fatta, almeno una volta, l'esperienza del traghetto.
Infatti, c'è qualcosa di speciale e di grandioso, nei traghetti che solcano l'Egeo. Già dal momento in cui si avvicinano all'attracco, il suono della sirena presagisce che qualcosa di solenne sta per accadere
Si, perché all'arrivo del traghetto qualunque isola,anche la più piccola e sperduta, si anima di vita, come se tutto si risvegliasse dopo un lungo letargo.


Grecia


Anche arrivando a notte fonda, o nelle prime ore del mattino, quando si penserebbe che ogni cosa stia dormendo, come per incanto invece tutto riprende vita.
Gli abitanti scendono al molo, chi per aspettare merci, chi parenti e amici, chi ospiti o turisti.
Non c' è da aver paura, a qualunque ora si arrivi si troverà sempre qualcuno ad aspettare.

Nei lunghi percorsi che toccano più isole, ogni approdo diventa uno spettacolo: case ad anfiteatro che si specchiano nelle acque del porto, luci che si accendono col calar  del sole, mezzi che sbarcano o si imbarcano ...e la gente !




Chi si trova a bordo su precipita sul ponte, per osservare le operazioni di attracco, quasi a voler dare un saluto ad una nuova terra.
Chi si trova sul molo, in attesa di partire, scalpita finché non vengono aperte le transenne, dilagando come un fiume in piena, avventandosi alla ricerca di un sedile o di un divano dove  magari trascorrere la notte.
Quando mi trovo in Grecia, mi emoziono e mi spesso commuovo assistendo a questo evento, che ogni volta assume un carattere epico.





Bisogna ricordare che i traghetti non esistono solo per la comodità dei turisti. Anzi, sono di vitale importanza soprattutto per gli isolani. A volte, specie d' inverno, sono ancora il solo legame fra le isole e la terraferma, da cui un tempo portavano anche le ultime notizie, mentre ora portano per lo più genti e derrate.

Alcuni traghetti sono diventati leggendari, per questa loro opera di "muli del mare": come ad esempio la  mitica motonave "Skopelitis", che collega Naxos con  le Piccole Cicladi; o la Nissos Kalymonos, che fa la spola fra le isole del Dodecaneso.

L'arrivo del traghetto in Grecia, piccolo o grande che sia, e' una festa, uno spettacolo, e' la nostalgia di un addio o la gioia di un ritorno. Ma è, soprattutto, la vita.


Questo articolo è stato scritto per Viaggi, Luoghi e Profumi.
La riproduzione, totale o parziale, è vietata e l'originale si trova solo su Viaggi, Luoghi e Profumi.







































Nessun commento

Posta un commento